A 2 chilometri dalla Tenuta di Poggio Cavallo, appena fuori Grosseto sud in località Grancia, Fattoria di Spadino Ricasoli si celebra quasi ogni anno tra Luglio e Agosto la mietitura e trebbiatura del grano con i metodi antichi. Un'occasione irripetibile per i nostri ospiti per rivivere le atmosfere nelle fattorie della Maremma di 100 anni fa.

Un evento organizzato con tanto entusiasmo da sembrare autentico: almeno 100 anni indietro nel tempo, con macchine agricole d'epoca, i butteri a cavallo, gli animali, le atmosfere della Maremma che non esiste più. Vita contadina e tradizioni, scene che da queste parti si sono ripetute per decenni, stagione dopo stagione.

Organizzato, vissuto e festeggiato da gente del posto: il territorio dell'Ottava Zona che comprende anche Istia d'Ombrone, Poggio La Mozza, Rispescia e Alberese. Un'occasione per vedere (e anche fotografare) il lavoro e la festa di quasi 100 anni fa in Maremma. Non una semplice rievocazione o una messa in scena ma una vera intera giornata (a volte anche più giorni), a lavoro nei campi; con i vecchi che mostrano ai ragazzi come si lavorava un tempo.

Oltre alla dimostrazione del lavoro nei campi, organizzano a maggio la festa "Canti del Maggio in Grancia" e ad Agosto, la Festa dell'Aia: Tutte le sere e a pranzo di Domenica è aperto lo stand gastronomico con piatti tipici. E il grande prato erboso sotto ai pini, crocevia oltre la sponda del fiume Ombrone, ospita spettacoli di musica tradizionale con i gruppi dei maggerini e band locali.

Non troverete un'occasione più vera e genuina per tornare indietro nel tempo della Maremma che fu. Se venite non comportatevi da turisti: scarpe chiuse se volete aggirarvi tra le paglie del campo e sveglia presto: col caldo nei campi non si lavora.


Il programma

La festa e sagra Canti del Maggio in Grancia si tiene ogni Maggio.

La "festa dell'Aia" estiva è il 2, 3, 4 agosto.
Quest'anno la rievocazione della trebbiatura sarà domenica 4 agosto 2019


Galleria fotografica della mietitura e trebbiatura

 

Foto di Giuliano D'Angelo


Dove si svolge

"Alcuni dipingono la tradizione come ciò che viene trasmesso dal passato al presente. Gli oggetti materiali e le credenze, le immagini e le abitudini, le pratiche e le istituzioni, possono essere tramandate, e questo stesso gesto della loro consegna alle generazioni future costituisce una tradizione. Per essere tale è indispensabile, però, una continuita’ nel tempo, perché solo così la tradizione rimane viva di generazione in generazione."

 

Chiama
Guida
Contatta